24|06|2020
Pane per i tuoi denti

Un cibo semplice ed essenziale, sintesi di natura e cultura: il pane.
Prodotto della fatica e della capacità dell’uomo di lavorare e trasformare i frutti della terra. È con l’apparizione del pane, prodotto base dell’alimentazione, che si afferma la civiltà. Sono stati gli Egizi, eccellenti agricoltori, a scrivere un capitolo decisivo nella storia del pane, tanto da essere soprannominati nel mondo antico “mangiatori di pane“.

 

 

BUONO IN TUTTI I SENSI

 

Ottenuto tramite la cottura di una miscela di farina di frumento o di altri cereali con acqua, lievito e sale, questo cibo è in grado di coinvolgere tutti i nostri sensi.
L’olfatto? Beh è il primo ad essere circondato dal profumo inebriante del pane appena sfornato che esce dai panifici la mattina presto. Un odore capace di ridestarci e risvegliare la nostra mente e… anche la nostra fame!
Se poi entriamo nella bottega del fornaio, è la nostra vista ad essere colpita e allietata dalla grande varietà di forme e colori in cui il pane viene declinato. Pane bianco, pane nero, pane ai cereali… Ce n’è per tutti i gusti!
Arriviamo poi al momento decisivo: tra le nostre mani c’è la pagnotta che abbiamo scelto. È ancora tiepida… una leggera pressione delle dita e sentiamo l’inconfondibile rumore del pane che viene spezzato (un suono chiaramente distinguibile e riconoscibile in tutto il mondo). E al tatto lo percepiamo frantumarsi in una miriade di briciole, segno della sua brevità… Mi sa proprio che non durerà molto! Non ci resta che addentarlo e gustarlo!
Gli ingredienti del pane? Pochi, semplicissimi elementi, ma accostati con grande sapienza e fantasia, con pazienza e abilità.

 

 

LA FARINA


00, 0, 1, 2… No, non stiamo dando i numeri! La varietà di farine tra cui scegliere è davvero molto ampia: grano tenero, grano duro, kamut, riso, avena, farro, segale… Con e senza glutine, più ricche di proteine, sali minerali e fibre, energetiche ma poco caloriche, più o meno raffinate. A seconda dei tuoi gusti e delle tue esigenze, puoi optare per un pane piuttosto che per un altro e trovare quello che fa per te.

 

 

L’ACQUA

 

Un bene prezioso, fondamentale per la vita. Il nostro corpo è composto di acqua in una percentuale che può arrivare fino al 70% e sempre l’acqua copre circa il 71% della superficie della Terra. In cucina l’acqua rappresenta uno degli elementi fondamentali alla base di molte ricette ed è uno degli ingredienti essenziali per fare il pane.

 

 

IL LIEVITO

 

Funghi microscopici, microrganismi o sostanze chimiche che, a contatto con gli altri ingredienti, sono in grado di far lievitare un impasto, producendo un gas al suo interno, così da gonfiarlo, sollevarlo e aumentarne il volume, in modo tale che, durante o dopo la cottura, il nostro pane o la nostra torta saranno fragranti e ben alveolati. Sono diversi i tipi di lievito che vengono utilizzati per la panificazione. Per preparare, infatti, pizze, focacce o pane, si ricorre a lievito di birra (fresco o secco), alla pasta madre, al lievito di pasta madre essiccato, al lievito in polvere, al cremor tartaro o all’Acqua madre, conosciuta anche come Acqua fermentata.

A questo impasto base, poi, è possibile aggiungere tanti altri ingredienti quali olive, noci, semi di sesamo, di girasole, di lino, di soja e fiocchi di grano.
Il pane è l’accompagnamento perfetto per tante pietanze…
E, in fin dei conti, si sa: un bicchiere di vino con un panino… è la felicità!